Crema Catalana
Dolci

Come metti insieme il senso?

Di il 5 Dicembre 2016
Montse ospite della Domenica da Cla

Montse ospite della Domenica da Cla

Il cucchiaio affonda nel bicchiere, incontra la leggera resistenza dello zucchero caramellato, ma la sua direzione è ben precisa. Affonda nella crema, ne prende una generosa dose e finalmente trova la strada verso la bocca. Sicuramente non è la prima cosa che viene in mente a chi sceglie come dessert la crema catalana, però è una bella metafora dell’affrontare le svolte inattese della vita, cucirsele addosso e arrivare a godersi una realtà che ci si è scelti.

Sostanzialmente è questo che ha fatto Montse, l’ospite di questa #DomenicaDaCla. Nata a Barcellona ma in Italia ormai da quattordici anni, Montse è stata fra i fondatori di Impact Hub, uno spazio di co-working fra i più stimolanti a Milano. Si potrebbe dire che fa questo di lavoro, ma probabilmente non sarebbe la definizione più adatta.

Sì perché quello di cui si occupa ogni giorno Montse se l’è scelto per vocazione, per rispondere all’esigenza interiore di fare quello che le piace e che le riesce. Un progetto nato quasi per caso, da una casa sempre piena di amici che andavano e venivano. “La prima community è nata nel salotto di casa mia.”, racconta ricordando quei tempi frenetici. Poi il sogno ha preso corpo e sostanza, nel vero senso del termine.

Il mese che ha visto i fondatori di Impact Hub lavorare in prima persona per costruire gli arredi della sede, Montse lo definisce un vero e proprio mese di trasformazione. Racconta ridendo che, forte della sua esperienza imbattibile con i mobili dell’IKEA, si è presentata il primo giorno indossando una camicia bianca immacolata e si è ritrovata davanti ad assi di legno da utilizzare per decorare una parete. Senza istruzioni ma con tanta voglia di fare, proprio come la nuova vita che stava intraprendendo.

E nell’ambiente che ha costruito con le sue stesse mani, la passione di Montse è sbocciata e ha continuato a crescere. Far sì che le persone realizzino il loro potenziale, creare connessioni nel modo e nel momento giusto. Essere un punto di riferimento per chi si avvicina a questo mondo, giocando sempre secondo le regole che lei stessa scrive per sé. Negli anni, si è costruito intorno a lei uno micro-mondo attivo e affollato, pieno di cose da fare e persone da conoscere, che la impegna talmente tanto che non ha né la televisione a casa né Facebook. D’altronde, come darle torto? Il vero social network è quello in cui si muove ogni giorno.

Pensare che per arrivarci ha dovuto scontrarsi con quelli che avrebbero potuto essere ostacoli, soprattutto la figura paterna che la voleva impiegata in banca vista la sua bravura coi numeri. Da quando ha scelto di studiare lettere, lo dice lei stessa, ha iniziato a fare scelte controcorrente, da ribelle; ma, come nelle favole migliori, serviva soltanto un po’ di pazienza e il tempo le ha dato ragione e ha anche convinto suo padre di una decisione tanto profonda.

Perché quando la spinta a fare qualcosa ti viene da dentro e riesci a costruirla pezzo per pezzo con le tue mani, non c’è ostacolo che tenga. E allora i bicchieri in cui abbiamo mangiato la nostra crema catalana li abbiamo usati un po’ anche per brindare alla vita e alla sua dirompente voglia di abbattere ogni schema mentale.

 

Crema Catalana

Come una storia a lieto fine, la crema catalana è un piccolo momento che racchiude una straordinaria felicità tutta da scoprire sotto il sottile strato di caramello. Montse ci ha dato degli ottimi consigli per accompagnare la crema catalana: una ricetta d’amore infallibile! Lasciami la tua email così da poterti inviare la ricetta e i suoi consigli.

Accedi con Fb e leggi la ricetta

Non hai Facebook? Iscriviti via email

TAGS
STORIE SIMILI

LEAVE A COMMENT

CLAUDIO
Milano

Sono avventuroso in cucina e curioso nella vita. Amo scoprire sempre nuove sfumature, che sia in un piatto o in un'esperienza. Credo nel potere delle storie e della necessità di creare un mondo che valga la pena narrare.

Accedi

Effettua l'accesso.

Seguimi su